Sicurezza nei Cantieri

La sicurezza nei cantieri è l’insieme delle prescrizioni e regole da ottemperare nell’ambito del cantiere con lo scopo di ridurre il rischio vita e infortunio. Tali regole e prescrizioni vengono in parte stabilite dalla normativa vigente (D. Lgs. 81/2008 e s.m.i.) compresi i suoi allegati.  La sicurezza nei cantieri è trattata anche da normative regionali che integrano quanto disposto dalla normativa.
Qualora si decida di effettuare dei lavori di ristrutturazione o manutenzione straordinaria all’interno della propria proprietà, il committente ha l’obbligo di nominare delle figure preposte al rispetto dei requisiti di sicurezza previsti dalla suddetta normativa.

Quali sono le misure da attuare per la Sicurezza nei Cantieri ?

Le misure stabilite per tutela della salute e della sicurezza nei cantieri sono analizzate nel PSC Piano di Sicurezza e Coordinamento attraverso:

  • Sicurezza nei Cantieri milanola valutazione dei rischi e relativa riduzione dei rischi alla fonte (DVR, DUVRI, PSC, PIMUS, POS, Fascicolo dell’Opera…)
  • la programmazione della prevenzione e l’eliminazione dei rischi ovvero, la loro riduzione al minimo in ottica della sicurezza nei cantieri
  • il rispetto dei principi ergonomici nell’organizzazione del lavoro, (es. nella scelta delle attrezzature e nella definizione dei metodi di lavoro) al fine di ridurre gli effetti sulla salute del lavoro ripetitivo
  • l’eliminazione o riduzione del pericolo e dei rischi alla fonte sostituendo ciò che è pericoloso con qualcosa che non lo è o che è meno pericoloso
  • la limitazione dei lavoratori che possono essere esposti al rischio e relativo utilizzo limitato degli agenti chimici pericolosi
  • privilegiare la protezione collettiva rispetto a quella individuale (esempi un ponteggio rispetto ad una imbracatura anticaduta)
  • operare il controllo sanitario dei lavoratori e l’allontanamento di quei lavoratori particolarmente esposti ad un determinato rischio e relativo ricollocamento in diversa mansione
  • promuovere l’informazione e formazione adeguata per i lavoratori, dirigenti, preposti, rappresentanti dei lavoratori per la sicurezza nei cantieri, nonché fornire istruzioni adeguate ai lavoratori
  • predisporre la partecipazione e consultazione dei lavoratori, dei rappresentanti dei lavoratori per la sicurezza
  • adoperare le misure di emergenza da attuare in caso di primo soccorso, di lotta antincendio, di evacuazione dei lavoratori e di pericolo grave e immediato ad es. magari l’utilizzo di segnali di avvertimento e di sicurezza
  • effettuare la regolare manutenzione di ambienti, attrezzature, impianti, e ai dispositivi di sicurezza
  • definire le misure di emergenza da attuare in caso di primo soccorso, antincendio, evacuazione dei lavoratori e pericolo grave
  • usare i segnali di avvertimento e di sicurezza nei cantieri
  • regolare manutenzione di ambienti, attrezzi e impianti

 

Richiedi una consulenza per un PSC, PSS e POS cantieri a Milano e Provincia

Richiedi una consulenza per un PSC, PSS e POS e Sicurezza nei Cantieri

 

Qual’è il campo di applicazione del D. Lgs. 81/2008 in ambito della sicurezza dei cantieri?

  • SI APPLICA AI LAVORI PERICOLOSI: rischio seppellimento (1,5 m), caduta dall’alto (2 m), esplosione, esposizione a sostanze chimiche, biologiche e ionizzanti, in prossimità di linee elettriche, annegamento, pozzi e gallerie, lavori subacquei, montaggio e smontaggio prefabbricati. Per quanto riguarda il Titolo IV:
    • i lavori di costruzione, manutenzione, riparazione, demolizione, conservazione, risanamento, ristrutturazione o equipaggiamento, la trasformazione, il rinnovamento o lo smantellamento di opere fisse, permanenti o temporanee, in muratura, in cemento armato, in metallo, in legno o in altri materiali, comprese le parti strutturali delle linee elettriche e le parti strutturali degli impianti elettrici, le opere stradali, ferroviarie, idrauliche, marittime, idroelettriche e, solo per la parte che comporta lavori edili o di ingegneria civile, le opere di bonifica, di sistemazione forestale e di sterro.
  • NON SI APPLICA alle lavorazioni in campo minerario, cave, idrocarburi, attività teatrali e cinematografiche

 

ORGANIZZAZIONE DEL CANTIERE: (ALLEGATO XIII)

  • spogliatoi e armadi: devono essere areati, riscaldati, dotati du docce e bagni (1 ogni 10 lavoratori) e lavabi (1 ogni 5 lavoratori), mantenuti puliti, armadietti dotati di chiave, essere dotati di locali di riposo, areati e dotati di tavoli e sedie, con accesso ad acqua di potabile. E’ consentito l’utilizzo di box prefabbricati con altezza > 240 cm, areati e illuminati. Caravan e roulottes sono consentiti ma per un massimo di 5 gg o nei cantieri stradali di breve durata
  • porte di emergenza apribili verso l’esterno
  • solai privi di cadute sul vuoto o inciampi. Qualora presenti aperture sul vuoto questi devono essere dotati di appositi parapetti
  • se non è possibile allestire bagni e spogliato è possibile stipulare una convenzione con dei locali nelle vicinanze

 

A chi spetta la vigilanza nei cantieri edili ?

  • INAIL
  • ASL/ATS → UFFICIALI POLIZIA GIUDIZIARIA
  • POLIZIA LOCALE (DPL)
  • VIGILI DEL FUOCO
  • ISPETTORATO DEL LAVORO

 

I principali ambiti di sicurezza nei cantieri che vanno analizzati sono:

  • Sicurezza nei Cantieri - Milanoviabilità e segnaletica di sicurezza
  • utilizzo di una o più gru 8in tal caso occorre predisporre il piano di interferenze delle gru)
  • impianti elettrici erischio elettrolocuzione e/o scariche atmosferiche
  • ponteggi
  • lavori in quota e cadute dall’alto (ponti su cavalletti, ponti a sbalzo, ponti su ruote a torre, parapetti
  • scavi e demolizioni
  • presenza di amianto
  • posa di strutture prefabbricate
  • utili di DPI (Dispositivi di Protezione Individuale) e DPC (Dispositivi di Protezione Collettiva)
  • incendio, emergenza e gestione primo soccorso
  • rumore
  • vibrazioni
  • biologico
  • malattie professionali

 

Di cosa si occupa il nostro studio professionale in materia di Sicurezza nei Cantieri?

Il nostro studio offre servizi di consulenza sul lavoro alle aziende, servizio di RSPP esterno, formazione dipendenti e gestione di pratiche di progettazione antincendio. Nello specifico ci occupiamo di:

  • Redazione del Piano di Sicurezza e Coordinamento nei Cantieri, PSC e Fascicolo Tecnico dell’Opera (FO)
  • Coordinatore per la Sicurezza in fase di Progettazione (CSP) e Coordinatore per la Sicurezza in fase di Esecuzione (CSE)
  • Assistenza alle imprese alla redazione del POS, Piano Operativo per la Sicurezza
  • Piano Sostitutivo per la Sicurezza, PSS
  • Servizio di Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione, RSPP esterno
  • DVR Documento Valutazione Rischi e DUVRI Documento Unico Valutazione Rischi Interferenze
  • Preparazione del Piano di Emergenza
  • Piano Formativo Aziendale
  • Presentazine SCIA al SUAP
  • Valutazione del Rischio di Incendio
  • Progettazione Antincendio e presentazione SCIA antincendio Milano
  • Preparazione e inoltro Modulistica SCIA Vigili del Fuoco
  • Corsi Antincendio

compila il form per un primo contatto.

 

 

Richiedi una consulenza in materia di Sicurezza nei Cantieri - Milano

Richiedi una consulenza in materia di Sicurezza nei Cantieri – Milano